Personaggi – John L. Allen. Corrispondente estero in Italia

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 364, Luglio/Agosto 2006, di ‘Prima Comunicazione’


John L. Allen, per anni corrispondente dal Vaticano della Cnn, di Fox News e di una mezza dozzina di testate Usa – tra cui il National Catholic Reporter, torna negli Stati Uniti. E mentre fa le valige racconta a Prima Comunicazione cosa pensa dei problemi di comunicazione tra la Chiesa cattolica e i suoi fedeli. “La Chiesa oggi dovrebbe fare una specie di pit stop e chiedersi perché i buoni contenuti non arrivano più a destinazione. Evidentemente c’è un problema di forma e di linguaggio”, dice Allen nell’intervista a Prima. “I fedeli oggi non sanno che farsene di apparati e liturgie vogliono, quasi pretendono che la Chiesa si immerga nei loro problemi quotidiani e li aiuti ad affrontarli e possibilmente a superarli”.
“La Chiesa dovrebbe liberarsi di molte delle sue sovrastrutture di potere e occuparsi di più, invece, dei problemi dello spirito”, spiega il giornalista americano. “E il nuovo passa appunto dalla cruna di un ago: quello di un diverso linguaggio e di una comunicazione che arrivi direttamente alla persona, all’individuo”.
Ma cosa pensa John L. Allen dei giornali cattolici italiani: sono dei buoni comunicatori? “Su Avvenire, il giornale dei vescovi, il giudizio è positivo. Ma, secondo me, la sua eccessiva vicinanza con le istituzioni episcopali gli tarpa un po’ le ali imponendogli un linguaggio molto formale, molto cauto e fin troppo rigorista”, sostiene Allen. “Famiglia Cristiana mi pare che si muova, rispetto ai canoni comunicativi della Chiesa, in modo un po’ più autonomo e più frizzante. Ma il problema di fondo non è quello dei giornali di dentro ma semmai quello dei giornali di fuori, cioè dell’approccio laico. È lì che la Chiesa deve trovare spazi per una comunicazione che arrivi al cuore della gente”.
E per farlo non dovrebbe trascurare la tivù: “Siamo proprio sicuri che gli utenti vogliano oggi soltanto soap opera?”, continua Allen. “Certo, vogliono rilassarsi, ma magari anche avere argomenti su cui riflettere ed è questo il terreno su cui pure una moderna religione si dovrebbe fiondare. Tocca le corde giuste dell’anima e vedrai che picchi di ascolto”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale