Manager – Stefano Maruzzi. Lo stratega di Msn International

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 364, Luglio/Agosto 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Negli ultimi anni i player di Internet hanno sottovalutato l’importanza dei contenuti, ma ora, con la diffusione delle connessioni a banda larga, ci si è resi conto che i contenuti sono un elemento strategico. Lo sostiene Stefano Maruzzi che per sette anni ha guidato Msn Italia, il portale italiano di Microsoft, è stato appena nominato ‘strategy director Msn media international’, cioè responsabile del team strategico che da Londra si occupa dei contenuti internazionali del network di Microsoft (42 portali frequentati ogni mese da 465 milioni di persone).
“Il nostro compito”, spiega Maruzzi, “è di capire quali siano le strategie di investimento da attuare nei singoli mercati e in generale in tutti i mercati internazionali; distinzione necessaria perché il livello di maturazione è diverso da un mercato all’altro. Due gli obiettivi da centrare: rendere piacevole, conveniente, utile e interessante la navigazione degli utenti su Msn; capire se gli investimenti che andiamo a sostenere hanno un senso dal punto di vista del business”. Un esempio del lavoro che farà  Maruzzi con il suo strategy team è il ripensamento della home page di Msn.
Il team stragico di Msn cercherà  anche di individuare criteri comuni sui contenuti da sviluppare nei vari portali nazionali. “Oggi i contenuti e le logiche di Msn sono completamente differenti nei vari Paesi, ma è da verificare se questa sia la strada giusta”, osserva Maruzzi. “Il web è l’unico vero mezzo di comunicazione mondiale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale