Istituzioni – Governo Prodi. Tutti i profili dei portavoce

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 364, Luglio/Agosto 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Sono in 26, più di un terzo donne, in gran parte giornalisti anche se non mancano gli esperti di comunicazione. È il piccolo esercito dei portavoci nominati dall’esecutivo di Prodi. Di ognuno di loro traccia il profilo e la storia professionale.
Alcuni lavorano assieme ai loro ministri da anni, altri sono stati contattati per l’occasione. C’è chi in precedenza ha lavorato soltanto negli uffici stampa e chi, invece, proviene dal mondo dell’informazione. E c’è anche chi si è trovato a svolgere questo incarico rispondendo a un annuncio sul giornale. Dopo un governo Berlusconi in cui la comunicazione era in gran parte accentrata nelle mani del presidente del Consiglio e del suo portavoce, Paolo Bonaiuti, la svolta di Prodi salta ancora più agli occhi. Con il governo Prodi, infatti, si passa a una comunicazione condivisa da tutti i membri dell’esecutivo, da qui l’importamza e la maggiore responsabilità  dei portavoce.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale