Personaggi – Giuseppe Guzzetti. Presidente della Fondazione Cariplo

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 363, Giugno 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Alla vigilia del congresso dell’Acri, l’associazione  delle casse di risparmio e delle fondazioni di origine bancaria, di fine giugno, Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo e dell’Acri, spiega perché e come i media devono aiutare le Fondazioni di origine bancaria – 88 istituti con un patrimonio aggregato di 41 miliardi di euro, che nel 2004 hanno erogato 1,274 miliardi – ad essere meglio conosciute.
“Rappresentiamo una risorsa per tutti, possiamo attivare progetti strategici in alcuni settori e introdurre innovazioni di metodo che facciano da volano per il sistema. Ma i mezzi d’informazione non mettono in rilevo che siamo un fattore di sistema come corpo intermedio fra il sistema del credito e il terzo settore, e che la nostra autonomia è una garanzia sull’uso corretto dei finanziamenti”, dichiara Guzzetti. “L’obiettivo è fare in modo che le fondazioni entrino nel cuore dei cittadini perché abbiamo dei patrimoni che suscitano molti appetiti”, sottolinea il presidente della più ricca tra le Fondazioni bancarie italiane. “I giornali ci danno abbastanza attenzione nelle pagine economico-finanziarie, e questo va bene per quanto riguarda il nostro ruolo di investitori istituzionali. Ma per missione le fondazioni sono principalmente soggetti filantropici. Questo aspetto viene trattato molto poco”.
“Non vogliamo limitarci a essere degli sportelli erogatori”, spiega Guzzetti. “La nostra ambizione è rendere le fondazioni un soggetto strategico soprattutto in certi settori che oggi sono i più drammatici per il nostro Paese: ricerca, scuola, ambiente”.
“Penso che il nostro rapporto con la comunicazione potrà  migliorare se si porrà  mano a una nuova disciplina del codice civile associazioni-fondazioni, che riguardi anche le nostre fondazioni facendo scomparire la specificità  ‘fondazioni di origine bancaria’”, conclude Giuseppe Guzzetti. “In questo modo le nostre strutture saranno come tutte le altre e forse si smetterà  di considerarci come un’anomalia finanziaria”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale