Associazioni – Ferpi. Il lato responsabile

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 363, Giugno 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Dopo tre anni di studi e contributi nel campo della comunicazione sociale delle imprese, il gruppo di lavoro dedicato alla Csr (Corporate social responsibility) della Ferpi, coordinato da Nicoletta Cerani, e di cui fanno parte Elena Biglietti e Danilo Devigli, presenterà  il 4 luglio, a Milano, il primo rapporto sulla comunicazione responsabile del neonato osservatorio, attivo da gennaio con il contributo di Bnl.
A discutere sui risultati della prima ricerca dell’osservatorio, condotta su un campione di oltre 120 professionisti della comunicazione, più altrettanti stakeholder (esponenti del mondo delle istituzioni, dei media e del terzo settore) e 1.200 cittadini, insieme al presidente di Ferpi, Andrea Prandi, e al direttore comunicazione di Bnl, Davide Cefis, ci saranno esponenti del mondo accademico, del giornalismo e delle imprese. Come Mario Unnia, politologo e docente di etica, Renato Sciarrillo, responsabile dei programmi di sviluppo sostenibile di Procter & Gamble, Vanessa Bobbo, corporate responsibility di Enel e Giorgio Fiorentini di Sda Bocconi.
Obiettivo dell’osservatorio, realizzato da Ferpi in collaborazione con Ethos Lorien Consulting, è monitorare annualmente l’evoluzione delle buone pratiche di comunicazione intraprese dalle aziende e il loro impatto sulla valorizzazione delle politiche socialmente responsabili effettivamente adottate.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale