Quotidiani – I giornali sovvenzionati dallo Stato

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 362, Maggio 2006, di ‘Prima Comunicazione’


È giusto o no che 100 milioni di euro dello Stato, cioè dei contribuenti, finiscano ogni anno, a vario titolo, nelle tasche dei giornali? Questo interrogativo, per altro vecchio come il cucco perché è dal 1987 che va
avanti la solfa delle sovvenzioni all’editoria, non sarebbe tornato di stringente attualità  se il 23 aprile, a Camere appena elette, ‘Report’, il programma firmato da Milena Gabanelli su Raitre, non lo avesse di nuovo spiattellato in tivù con conseguente fragore di piatti rotti e provocando anche reazioni piuttosto irritate.
Figurarsi poi quando all’alba dell’11 maggio la Guardia di Finanza ha arrestato Massimo Bassoli, ex direttore del Giornale d’Italia – quotidiano al quale vanno circa 2,5 milioni di euro in quanto organo del Movimento pensionati uomini vivi – e i suoi collaboratori Umberto Lorenzini e Rocco De Filippis, e ha messo agli arresti domiciliari la moglie, Francesca Romana Dolazza, responsabile della società  editrice di Puntocom, con l’accusa di aver gonfiato fino a 18 milioni di euro i costi su cui erano calcolati i contributi statali ottenendo così 14 milioni di sovvenzioni non dovute.
Scoperchiato questo vaso di Pandora è un bel vedere perché dei 100 milioni di euro 25 se li ingoiano da sole 12 testate di partito, mentre il resto della torta è spartito tra la stampa italiana all’estero, i giornali che sempre all’estero teletrasmettono, le testate delle minoranze linguistiche, quelle edite da associazioni di volontariato e dei consumatori e soprattutto – ed è la fetta più grossa – dalle cooperative di giornalisti nate, in Italia, come funghi. In totale 250 testate (vedi primaonline.it/ documenti).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale