Televisione – Sky. Alta definizione e Gialappa’s

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 362, Maggio 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Con le riprese dal vivo della finale della Champions League tra il Barcellona e l’Arsenal allo Stade de France di Parigi, il 17 maggio è partita l’offerta in alta definizione di Sky Italia. Ma il vero banco di prova per la nuova tecnologia saranno i prossimi Mondiali di calcio. In giugno Sky offrirà  infatti le dirette in alta definizione di tutte le 64 gare della Coppa del mondo.
Oltre allo sport, il pacchetto Hd di Sky, che costa sette euro al mese (contro le 10 sterline richieste in Gran Bretagna), offre anche film e altri spettacoli in alta definizione. Per sostenere l’espansione nell’Hdtv (la tivà  ad alta definizione), Sky Italia ha affittato un altro transponder sull’Hot Bird di Eutelsat, che si aggiunge ai 17 transponder già  utilizzati dalla tivù satellitare del gruppo Murdoch. Il trasporto dei segnali in alta definizione dall’Ibc di Monaco alla sede di Sky a Cologno Monzese sarà  fornito, invece, da GlobeCast Italia, filiale della francese GlobeCast (gruppo France Télécom), attiva dal 1997 nei servizi di trasmissione di segnali broadcast via satellite.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale