Ricerche – Eurisko. La nuova Audimedia

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 362, Maggio 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Si chiama Emm, Eurisko media monitor, e dovrebbe essere lo strumento in grado di intercettare, capire e contrastare il calo dell’efficacia della comunicazione pubblicitaria attribuito dagli esperti a un’esposizione troppo frammentata. “Veniamo in contatto con un numero sempre maggiore di mezzi a cui dedichiamo sempre meno tempo; in un sistema del genere le rilevazioni dei singoli media hanno il limite di non riuscire a offrire una visione multimediale dell’esposizione pubblicitaria”, dice Remo Lucchi, amministratore delegato di Eurisko e responsabile, insieme ad Andrea Mezzasalma, del progetto Emm, nato in Italia ed esteso al network mondiale Gfk di cui l’istituto di ricerche sociali e di mercato fa parte.
Superata la fase di test, a ottobre uscirà  la prima ricerca Emm con l’ambizione di misurare in modo oggettivo e passivo (cioè in modo automatico su mezzi come tivù e radio) il tempo dedicato ai vari mezzi in ogni momento della giornata. La rilevazione è affidata a un apparecchio elettronico grande come un telefonino che, una volta indossato, riesce a rilevare l’emittente radiotelevisiva che si sta ascoltando. Inoltre  ha uno scanner per leggere il codice a barre dei giornali e un ricevitore Rfid (Radio Frequency Identification, un microchip di identificazione automatica a distanza) che capta i segnali radio emessi all’interno di centri commerciali, supermercati e cinema e che registrano la presenza dei consumatori.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale