Comunicazione e pubblicità  – Opus Dei. E il codice da Vinci

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 362, Maggio 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Di fronte all’attacco portato dal libro di Dan Brown ‘Il codice da Vinci’, di cui sta per uscire la versione cinematografica, l’Opus Dei ha deciso di rispondere sullo stesso terreno: comunicazione contro marketing. Come lo spiega il responsabile comunicazione della prelatura, Juan Manuel Mora. “Stiamo vivendo una specie di reality show mondiale dove c’è un King Kong che ha in mano la bionda. King Kong è la Sony (distributrice del film: ndr.), la bionda sono i cattolici”, dice Mora nell’intervista a Prima. “E all’interno del sistema mediatico la nostra risposta non poteva che avere un taglio professionale. Voi fate marketing e intrattenimento alla ‘Grande Fratello’? E noi, sugli stessi temi, facciamo comunicazione e vediamo chi vince”.
“In sé quel che scrive Brown ci interessa assai poco. Ci interessano tanto, invece, le curiosità  che egli ha risvegliato su certi argomenti. Se passano le sue idee, che dire romanzate è dir poco, perché non dovrebbero poter passare anche le nostre?”, continua Juan Manuel Mora. L’importante è trasmetterle in modo professionale. E gentile. Non si risale dal fondo solo accusando chi ci accusa, ma facendo della buona e chiara comunicazione. Così, per rispondere, abbiamo fatto un’accuratissima scelta di linguaggio professionale, neanche religiosa. Per dire: badate che mescolare realtà  e fiction non è gioco pulito. Niente scontri di carattere teologico che vanno fatti in altra sede”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale