Radio – Rmc2. Paolo Salvaderi nuovo amministratore delegato

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 361, Aprile 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Alberto Hazan, presidente del gruppo Finelco, è un editore che ha l’occhio lungo e che non perde tempo: appena si è presentata l’opportunità  di portarsi in azienda Paolo Salvaderi, uno dei manager di punta del mondo della pubblicità  italiana per anni a capo di Mediaedge:cia Italy, non ci ha pensato un attimo e gli ha messo a disposizione la poltrona di amministratore delegato di Rmc2, la radio ultima nata del gruppo lanciata nel giugno 2005 per conquistare ascolti di target alto, giovane, modaiolo e raffinato.
Salvaderi, trentanove anni, milanese, ha lasciato il ruolo di ceo e presidente della più importante media agency del mercato italiano, dopo il terremoto che ha sconvolto il gruppo Wpp Italia per l’improvviso defenestramento di Marco Benatti, country manager e fino al dicembre 2005 uomo di fiducia del presidente Martin Sorrell, che ha dato il via a una drammatica e complicata partita giudiziaria nei tribunali inglesi e italiani, e a un riassetto manageriale che ha visto i dirigenti più legati a Benatti lasciare Wpp. Salvaderi ha trovato un accordo di uscita firmando un patto di non concorrenza per due anni che gli garantisce per questo periodo una ricca remunerazione, ma gli impedisce di andare a lavorare per altre aziende nel settore della pubblicità  (le proposte non gli sono mancate). Salvaderi, che insieme a Marco Benatti e a Marco Girelli, ex presidente di GroupM, era nella cabina di regia delle attività  media italiane di Wpp, che coprono il 44% del mercato nostrano, ha stabilito rapporti intensi con il mondo delle grandi aziende italiane clienti di Wpp e che mettevano nelle mani dei centri media i loro investimenti milionari e con cui avevano uno stretto rapporto consulenziale.
“Dopo tredici anni dalla parte di chi acquista spazi dagli editori ora sono passato dall’altra parte della barricata”, dice Salvaderi.
Il gruppo di Hazan ha deciso di rafforzare il proprio investimento nella carta stampata, dove è presente con le Edizioni Donegani. È infatti previsto per fine maggio l’arrivo, come direttore editoriale, di Roberto Casalini, attuale caporedattore centrale di Io Donna, il magazine femminile del Corriere della Sera.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale