Quotidiani – Riformista. Angelucci editore

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 360, Marzo 2006, di ‘Prima Comunicazione’

Alla fine è stato un ghiotto boccone per tutti e due. Per il venditore Claudio Velardi che, mettendosi in tasca un gruzzoletto da 18 milioni di euro può ora rilanciare la sua Reti spa, una società  di comunicazione per imprese e dintorni che aveva i piedi un po’ d’argilla; ma anche per l’acquirente Giampaolo Angelucci che, proprietario del destrorsissimo Libero, Dio solo sa quanto avesse bisogno di un giornale come Il Riformista (l’atto di acquisto verrebbe perfezionato entro la fine di questo mese) che, con l’aria che probabilmente tirerà  dopo queste elezioni, facesse, per il suo affaire editoriale, da giusto contrappeso a sinistra. E che Angelucci – impero di cliniche sulle spalle e partecipazioni finanziarie di alto bordo – fosse anche un editore da fiuto lo si sapeva, del resto, da un pezzo. Hai voglia, infatti, a dire – è sempre stata l’antifona degli Angelucci – che i giornali sono imprese come tutte le altre e come tali vanno solo considerate qualunque sia il loro colore politico, perché come la mettiamo ora con l’ambaradam che si scatenerà  nel governo e nelle pubbliche amministrazioni (che poi per gli Angelucci sono pane e companatico quotidiano), se l’Unione di Prodi prenderà  davvero il potere? Insomma una testata come Il Riformista va proprio a fagiolo per riassestare quella politica bipartisan che consentirà  ancora al gruppo Tosinvest di muoversi ovunque e con il vento sempre in poppa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale