Istituzioni – Agcom. Nuovo assetto

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 359, Febbraio 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Mentre sul fronte esterno armavano la battaglia sulla par condicio e sugli spot del governo, il presidente Corrado Calabrò e i commissari dell’Agcom hanno trovato anche il tempo di varare il nuovo assetto
organizzativo e operativo dal 1° febbraio. Non si è trattato di un piccolo lavoro di ridistribuzione di incarichi, ma di una vera e propria ristrutturazione, testimoniata addirittura dalla carta da lettere che già  porta le intestazioni con i nomi delle nuove direzioni, anche se ci vorrà  tempo per mettere a regime tutto il processo.
Portata avanti con autorità  dal presidente Calabrò (“l’ha varata e l’ha fatta digerire a tutti”, dicono a via delle Muratte), la riorganizzazione, sulle linee generali condivise dall’intero vertice, è dunque passata malgrado i non pochi contrasti tra i commissari su vari temi, come il rafforzamento della sede centrale di Napoli (la doppia sede Roma-Napoli è da sempre fonte di disfunzioni e inefficienze), le funzioni del segretariato generale e le nomine delle prime linee della dirigenza, quasi tutte scelte interne all’Autorità . Non a caso nell’organigramma si notano diverse posizioni ad interim, effetto dei veti incrociati in seno al consiglio. Calabrò aveva scelto tecnici di fiducia di provenienza ministeriale, ma i commissari hanno alzato le barricate e ora si sta discutendo sul metodo da seguire per reperire le professionalità  adeguate. Possibile anche un bando di concorso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale