Speciale industria della comunicazione – Davide Testa contro Golia Masi

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 358, Gennaio 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Marco Testa, presidente della Armando Testa, la più importante agenzia pubblicitaria taliana, è stato eletto presidente di Assocomunicazione con un solo voto di scarto su Diego Maria Masi. E spiega il suo programma. “Nei prossimi tre anni in Italia si giocheranno partite decisive nel nostro settore. Assocomunicazione può essere lo strumento migliore per difendere il valore della creatività  e per fissare nuove regole che tutelino la nostra professionalità  e il nostro futuro”, dice Marco Testa. “Il sistema delle gare, per esempio, in cui la libera partecipazione si sta traducendo in un gioco al massacro, una costosa corsa al ribasso delle condizioni, così come sta non può andare bene a nessuno”, prosegue il neopresidente di Assocomunicazione. Per quanto riguarda le preoccupazioni per lo strapotere dei grandi gruppi come Wpp e Interpublic, Marco Testa dice. “Il futuro appartiene a chi sarà  capace di integrare in maniera creativa tutti gli strumenti e tutte le potenzialità . Andiamo verso una visione sempre più destrutturata, e i grandi gruppi, che lo vogliano o meno, rischiano di essere portatori di una strutturazione inutile sotto il profilo del risultato strategico e anacronistica”. “Il consumatore italiano sta perdendo terreno sotto il profilo della progettualità  e della fiducia. Si parla di una minore propensione ai consumi, ma contemporaneamente anche di una caduta dei risparmi. Incertezza e pessimismo spingono il consumatore verso una spesa sempre più ragionata”, sostiene Marco Testa. E avverte “Fra il 2008 e il 2009 la frammentazione delle audience metterà  in luce lo sgretolamento del modello telecentrico. Le nuove tecnologie porteranno a una convergenza fra televisione, computer e cellulare e l’emergere di opportunità  nuove, ancora poco esplorate. Avremo bisogno di creatività  e innovazione, solo così si riuscirà  a conquistare il consumatore”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale