Società  – Cinecittà  holding. Buttiglione ribalta i vertici

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 358, Gennaio 2006, di ‘Prima Comunicazione’


Con un blitz che ha lasciato molti di stucco Rocco Buttiglione, ministro dei Beni culturali, il 20 dicembre scorso, a quattro mesi dalle elezioni politiche, ha ridisegnato il vertice di Cinecittà  Holding, di cui
è azionista al 100%, azzerando quasi interamente quello nominato da Giuliano Urbani, suo predecessore e alleato di governo. Il Cda uscente sarebbe scaduto il prossimo maggio, alla presentazione del bilancio. Ma il ministro Buttiglione ha deciso di anticipare i giochi suscitando nervosismo e critiche tra i partiti dell’opposizione e malumori nella sua stessa maggioranza.
Il fatto più significativo è stato il siluramento di Ubaldo Livolsi, amministratore delegato di Cinecittà  Holding, noto finanziere, presidente della Livolsi & Partners e del Fondo Convergenza, e soprattutto manager di fiducia del premier Silvio Berlusconi e delle sue aziende. Al suo posto è arrivato Massimo Condemi, un avvocato della pubblica amministrazione, ex capo gabinetto di Maurizio Gasparri al ministero delle Comunicazioni, e prima ancora attivo all’ufficio del Garante della privacy. È stato invece riconfermato presidente Carlo Fuscagni, ex direttore democristiano di Raiuno subentrato, in quota Forza Italia, poco più di un anno fa al dimissionario Pupi Avati (è tra l’altro presidente del romano Festivaldipalazzovenezia).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale