Quotidiani – Padania. Un centro stampa a Roma

L’articolo riprodotto su www.primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 357, Dicembre 2005, di  ‘Prima Comunicazione’

Duemilacinquecento copie sono un bel bottino se a venderle a Roma, Napoli e Palermo è La Padania, il quotidiano dei leghisti. Dal primo dicembre il giornale dei lumbard ha infatti varcato il Rubicone e il primo rilevamento del dato di vendita, dopo appena una settimana, soddisfa il direttore Gianluigi Paragone. “Bilancio positivo”, lo definisce, “mentre il dato di vendita quotidiano sfiora ormai le 23mila copie: al di là  di ogni aspettativa in così breve tempo”. Quando meno di un anno fa prese l’incarico, le vendite erano ben al di sotto anche se, per correttezza, precisa che non intende fare cifre. E ora, dopo un restyling grafico e l’aggiunta di qualche firma esterna al circuito leghista (come Pierluigi Diaco che firma una rubrica in prima pagina) ha lanciato pure la partita del quotidiano nazionale. Papà  campano e mamma siciliana, Paragone è convinto che sia necessario “dare voce e risalto a quella cultura autonomista e federalista che esistono, e sono forti, anche nel sud Italia: potremmo individuare dei percorsi di convergenza”. Per affrontare la nuova sfida, la Editoriale Nord si è affidata a un secondo centro stampa a Roma (oltre a quello già  operativo di Paderno Dugnano, in provincia di Milano). I punti vendita sono passati da 15mila a 19.700 (su 38mila totali), per raggiungere anche le principali edicole del Centro e del Sud, isole comprese. La copertura è di 45mila copie al Nord e di 25mila al Centro-Sud, che a regime diventeranno 15mila.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale