Personaggi – Candido Cannavò. Un libro sui disabili

L’articolo riprodotto su www.primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 357, Dicembre 2005, di  ‘Prima Comunicazione’

Dopo aver raccontato nel 2004 il carcere con ‘Libertà  dietro le sbarre’, Candido Cannavò affronta l’universo dell’handicap con il libro ‘E li chiamano disabili. Storie di vite difficili, coraggiose, stupende’, uscito a novembre per Rizzoli, con la prefazione di Walter Veltroni.
Quella di Cannavò, direttore della Gazzetta dello Sport dal 1983 al 2002, è un’inchiesta che vuole farci conoscere da vicino uomini e donne che “sono riusciti a trasformare l’handicap in un motore di cui non si conoscono i limiti”.
Il giornalista racconta, tra l’altro, le storie di Simona Atzori, ballerina nata senza braccia, del chirurgo paraplegico Paolo Annibaldi, dello scultore Felice Tagliaferri, non vedente come la saggista Maria Aiello, del giornalista Franco Bomprezzi, affetto da osteogenesi imperfetta.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale