Personaggi – Gabriella Pistone. Responsabile del programma dell’Unione per la comunicazione

L’articolo riprodotto su www.primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 357, Dicembre 2005, di  ‘Prima Comunicazione’

“Incompatibilità  e ineleggibilità “: sono queste le due paroline magiche con cui Gabriella Pistone, deputata dei Comunisti italiani, riassume uno dei punti cardini del programma dell’Unione per il settore della Comunicazione, di cui è la coordinatrice. È infatti proprio la riforma del conflitto d’interessi il punto di partenza dell’azione programmatica del centrosinistra. “Una riforma da affrontare nei primi cento giorni del governo Prodi”, è stato annunciato. Ma in progetto ci sono pure nuove norme antitrust, un modello di riorganizzazione della Rai diverso da quello disegnato dalla legge Gasparri, anch’essa destinata a una profonda riforma. A elaborare i principali capitoli del programma è stato un gruppo di 25 esperti scelti dal leader dell’Unione, Romano Prodi: professori universitari e professionisti del settore che per mesi si sono riuniti attorno a un tavolo con i vari responsabili Comunicazione dei partiti della coalizione di centrosinistra, da Fabrizio Morri per i Ds a Luigi Zanda per la Margherita, fino a Sergio Bellucci di Rifondazione comunista. “A gennaio sarà  tutto pronto”, assicura Gabriella Pistone che, con tipico pragmatismo femminile, ha assolto un ruolo delicatissimo: ha convocato riunioni (quasi settimanali), raccolto proposte, promosso audizioni e soprattutto premuto affinché tutti – Ds, Margherita e soprattutto Rifondazione – si sforzassero di ragionare con spirito unitario, soprattutto sulla Rai.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale