Radio – Radio Italia. Fuori dalla mischia

L’articolo riprodotto su www.primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 355, Ottobre 2005, di  ‘Prima Comunicazione’


La missione: catturare quattro milioni di ascoltatori; l’investimento: 3,5 milioni di euro. Mario Volanti vuole portare Radio Italia a presidiare una consistente porzione di mercato proprio ora che
giganti come Mondadori e Rcs MediaGroup schierano le loro truppe per una guerra senza quartiere.
“Al mio segnale scatenate l’inferno”. La voce roca e possente del gladiatore risuona nell’Fmc Center di Milano annunciando la nascita della nuova Radio Italia. Il network di Mario Volanti cambia immagine, contenuti e conduttori. Luca Ward, l’attore che doppia le star Russel Crowe, Hugh Grant, Pierce Brosnan e Keanu Reeves, è la voce ufficiale scelta per accompagnare la radio nel cammino intrapreso. “Serrate i ranghi! Seguitemi! Ciò che facciamo in vita riecheggia nell’eternità “. L’enfasi non manca, ma sul piatto c’è un investimento vero. Tre milioni e mezzo di euro per un impegno senza precedenti nella ventennale storia del network.
Gli obiettivi della svolta sono tre: riportare gli ascolti sopra la soglia dei quattro milioni, lanciare un segnale di solidità  e dinamismo al mondo della pubblicità , cementare il rapporto con la discografia italiana.
“Quattro milioni di ascoltatori è un obiettivo psicologico”, dice Volanti, “perché essere, come siamo, appena sotto non cambia le cose dal punto di vista commerciale e dei valori in campo. Lo sforzo che stiamo facendo e che comprende una massiccia campagna pubblicitaria, è comunque rivolto a raggiungere nel medio termine la soglia che è stata nostra fino a due anni fa. L’esperienza mi dice che possiamo farcela anche in un momento critico come questo, in cui colossi dell’editoria come Mondadori e Rcs stanno mettendo mano alle loro attività  radiofoniche con intenti bellicosi”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale