Telecomunicazioni – Telecom Italia. Il nuovo vertice

L’articolo riprodotto su www.primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 355, Ottobre 2005, di  ‘Prima Comunicazione’


Dopo la fusione con Tim, Telecom Italia ha compiuto un nuovo deciso passo verso la completa integrazione tra la telefonia fissa, il mobile e Internet. La nuova organizzazione varata a inizio ottobre affida le leve operative per la gestione di tutti i business all’amministratore delegato Riccardo Ruggiero, già  amministratore delegato della divisione di telefonia fissa Wireline.
Con l’attenzione mediatica concentrata sull’uscita di scena di Marco De Benedetti (l’amministratore delegato di Tim che diventa superconsulente alle dirette dipendenze del presidente Marco Tronchetti Provera), rischia di passare in secondo piano l’assoluta novità  dell’assetto organizzativo. Infatti il modello prescelto, chiamato ‘one company’, rappresenta una prima assoluta tra i grandi gestori internazionali di telecomunicazioni, dove continua a prevalere un modello ‘divisionale’ in cui ciascuna piattaforma di rete ha al proprio interno tutte le leve operative tecnologiche, di marketing e commerciali.
Telecom Italia mette da parte questo modello e punta tutto sulla convergenza: di qui la scelta di integrare lo sviluppo e la gestione delle piattaforme di rete fisse e mobili sotto la responsabilità  di un unico chief technology officer, Stefano Pileri, che dovrà  perseguire tutte le efficienze possibili, ma anche la creazione di una sola struttura di marketing che, oltre a curare lo sviluppo dei singoli servizi, lavorerà  anche alle nuove offerte integrate.
Chief marketing officer è stato nominato Massimo Castelli che negli scorsi anni è stato prima responsabile marketing per la rete fissa e poi direttore generale operativo per il mobile. Nella nuova struttura di Castelli viene centralizzata anche la gestione del budget pubblicitario del gruppo che quest’anno ammonta a circa 500 milioni di euro.
Unitario sarà  anche il presidio dello sviluppo dei contenuti per le varie piattaforme: se ne occuperà  Ramon Grijuela.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale