Televisione – Canale 5. 180 milioni di fiction

(Prima Comunicazione – numero 352 – Giugno 2005)  Ve li sareste immaginati Lino Banfi e Gerry Scotti in coppia per una fiction? Ebbene, saranno i protagonisti del nuovo film di Natale di Canale 5, ‘Babbo Natalino’, ispirato a Charles Dickens. Due sorprese in un solo uovo: il ‘Nonno Libero’ della Rai trasloca a Mediaset, Scotti si prende una pausa dal varietà  per fare l’attore attore. Lo chef che sta cucinando la pietanza è il produttore superstar della scuderia del Biscione, Pietro Valsecchi.  L’ingaggio di Banfi, un campione d’ascolti della Rai, è la notizia più ghiotta della ricca offerta di fiction che Guido Barbieri, direttore dell’area diritti di Rti, e Francesco Pincelli, responsabile editoriale della fiction, stanno preparando per la prossima stagione di Canale 5. Barbieri e Pincelli sono al secondo anno di gestione dell’area della fiction, un genere che anche per Mediaset ha assunto un peso rilevante. I due manager sono impegnati in una partita che si fa via via più complicata per la continua crescita della richiesta del prodotto fiction in escalation nelle collocazioni del prime time di Canale 5. Aumentando i titoli si rischia di fare scelte sbagliate, senza contare che Mediaset deve misurarsi con la Rai, un competitor che su questo genere – l’unico – è sempre il più forte.  Della stagione appena conclusa Barbieri e Pincelli si dichiarano molto soddisfatti. Effettivamente ci sono state punte di eccellenza come ‘Borsellino’ e ‘Karol’, le due miniserie prodotte da Valsecchi, record Auditel dell’anno. Ha sfondato il nuovo poliziesco ‘Ris’ e ‘Carabinieri’, al suo quarto anno, ha tenuto botta. Non sono però mancati i dolori con ‘Cuore contro cuore’, il primo flop di Valsecchi, i risultati deludenti del ‘Maigret’ di Sergio Castellitto e ‘Ho sposato un calciatore’, della Einstein Multimedia su un format inglese di successo.  Nella nuova stagione con quali armi si prepara a competere Canale 5? Barbieri, uomo di numeri e di conti, dichiara investimenti complessivi per 180 milioni di euro, di cui 34 milioni assorbiti dalle soap da giorno ‘Vivere’ e ‘Cento vetrine’ e altri 13 dalle sitcom di stampo classico e di nuovi format. Nel dettaglio, racconta Barbieri, “il budget della prima serata è di 140 milioni, circa 10 milioni in più sull’anno scorso, con cui copriremo 90 collocazioni su Canale 5 prevalentemente destinate alla lunga e media serialità . Si tratta delle serie di sei/otto puntate che possono avere un seguito e di serie all’italiana che si concludono con la fine delle puntate. Inoltre abbiamo messo in cantiere anche otto miniserie”.

____________________
Nella foto, Guido Barbieri

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale