ANDREA FILIPPI – Da vice direttore a direttore del ‘Messaggero Veneto’

(Prima Comunicazione – numero 352 – Giugno 2005) – Mantovano di razza, Filippi è nato nella città  dei Gonzaga nel 1963. A vent’anni, quando sono permesse tutte le illusioni, inizia la carriera giornalistica alla Gazzetta di Mantova facendo “tutto quello che si può fare: redattore sportivo, redattore di attualità , caposervizio del nazionale, capocronista, caporedattore centrale. Un paio di anni fa dalla Gazzetta di Mantova passa al Messaggero Veneto, giornale che, riconosce Filippi, deve misurarsi con diversi competitor: a Udine e a Pordenone con Il Gazzettino, nel Goriziano con Il Piccolo (ma in questo caso, essendo le due testate proprietà  dello stesso editore, la gara è più amichevole). Filippi conosce bene il territorio in cui vive e su cui lavora, ne sa distinguere le diversità , le inclinazioni, i dialetti, le manie, i gusti in cui si dividono goriziani e friulani, pordenonesi e triestini, anime differenti di una regione che solo in apparenza può sembrare un tutt’uno. “Dare voce a tutti, è questo il segreto di questa testata”, dice Filippi. Nel suo programma c’è, tra le tante cose che vuole fare, un capitolo dedicato a uno sviluppo dell’edizione di Pordenone, “zona di frontiera su cui muoversi”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro