Periodici – Geo. Diwan prepara il lancio italiano

(Prima Comunicazione – numero 351 – Maggio 2005) È Fiona Diwan, attuale condirettore del mensile Flair della Mondadori, il direttore scelto dalla Gruner und Jahr/Mondadori per lanciare l’edizione italiana di Geo il prossimo autunno. Diwan lascerà  Flair a fine maggio e nell’incarico di condirettore verrà  sostituita da Monica Dolfini, oggi fashion director del mensile diretto da Valeria Corbetta. A Flair fin dalla nascita della testata, che ha progetto assieme a Corbetta, Fiona Diwan, milanese, 47 anni, dal ’98 al 2002 è stata direttore del mensile della Darp Gulliver e in precedenza ha lavorato al Corriere d’Informazione, a Panorama, all’Uomo Vogue e a Grazia. Ora alla Gruner und Jahr/Mondadori – che ha in cantiere diversi progetti di nuovi periodici, tra cui un femminile – dovrà  formare la redazione di Geo, di cui per il momento fanno già  parte la giornalista Irene Merli e i grafici Antonio Gaviraghi ed Elena Masala, e ideare la formula italiana del mensile di geografia e antropologia che in Germania è una delle testate di punta della Gruner+Jahr. “Il Geo italiano sarà  un giornale basato sulla conoscenza, con un tema principale – la geografia, che tratteremo in modo spettacolare, ma senza tradire la scientificità  che distingue Geo a livello internazionale – affiancato da argomenti come l’antropologia, la scienza, la geopolitica”, anticipa Diwan. “E l’attualità  sarà  una delle chiavi di lettura forti della realtà , anche per nutrire e soddisfare il desiderio di conoscenza dei lettori in modo analogo a come, in un ambito diverso, sta facendo Focus”.

___________________
Nella foto, Fiona Diwan

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale