Comunicazione e pubblicità  – Poste Italiane Attenzione al no profit e ai consumatori

(Prima Comunicazione – numero 351 – Maggio 2005) Poste Italiane vuole rafforzare il rapporto con il mondo dell’associazionismo no profit e dei consumatori. È proprio per questo che a metà  febbraio è stata creata all’interno della direzione comunicazione e relazioni esterne una nuova sezione intitolata ai rapporti con associazioni ed enti, affidata alla guida di Antonella Gigli. Il compito è articolato e richiede idee chiare, capacità  di movimento, obiettivi ambiziosi ma realistici e anche un po’ di budget. “In effetti l’ufficio di cui sono responsabile già  esisteva”, precisa Gigli, “solo che ora il suo compito è più chiaro: approfondire i rapporti con le associazioni dei consumatori e con quelle del no profit in modo organico”.  Gigli spiega che Poste Italiane, con la presidenza di Enzo Cardi e sotto la guida dell’amministratore delegato Massimo Sarmi, ha scelto di seguire una politica di responsabilità  sociale di impresa il che comporta una maggiore evidenza delle numerose partnership che pure sono già  state avviate da tempo, ma che tuttavia sono poco conosciute all’esterno. Se prima venivano messe in campo attività  sporadiche senza un progetto e un obiettivo specifici, Antonella Gigli ha ora intenzione di costruire un’impalcatura più efficiente, più elaborata e di conseguenza capace di farsi meglio conoscere. “Già  dall’anno scorso, tanto per fare un esempio, ci siamo dotati di un codice etico e pochi se ne sono accorti, così come è quasi ignorato che Poste Italiane è il primo fundraiser di Telethon”.  Due sono gli uffici che dipendono da Gigli: il primo – di cui è responsabile Romolo Giacani – è preposto ai rapporti con le associazioni dei consumatori (una ventina in tutto). È qui che si decidono i progetti per i diritti dei consumatori, la carta qualità  dei prodotti, la procedura di conciliazione extragiudiziaria. Il secondo ufficio, retto ad interim dalla stessa Gigli, si rivolge invece al mondo del no profit, ma ha anche relazioni forti con le università , tanto da aver pensato a un tutoraggio ad hoc per quegli studenti che decidano di laurearsi con una tesi riguardante appunto Poste Italiane. Studenti che poi potranno fare stage e possibilmente essere anche integrati all’interno dell’azienda stessa.

____________________
Nella foto, Antonella Gigli

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale