Quotidiani – ‘Stampa’. Cerca lettori nelle scuole

(Prima Comunicazione – numero 350 – Aprile 2005) Un supplemento settimanale in distribuzione gratuita insieme al quotidiano, rivolto ai ragazzini delle scuole medie inferiori (11-14 anni). È il nuovo progetto della Stampa. Il quotidiano torinese del gruppo Fiat perde lettori (Torino invecchia, e le copie perdute non sono state, in questi anni, sostituite da altre acquistate dai più giovani) e cerca quindi di mettere in campo idee destinate a coltivare un nuovo pubblico ‘acchiappandolo’ in anticipo.  Una ricerca commissionata all’Eurisko mette in luce che questo target chiede un prodotto accattivante ma ‘serio’, riconoscibile come una filiazione diretta del quotidiano ‘per i grandi’. L’impresa non appare dunque semplice, e la direzione l’ha affidata ad Alberto Sinigaglia, trent’anni fa tra i fondatori di Tuttolibri, poi responsabile delle pagine culturali e ora tra i capiredattori ‘anziani’ del giornale.  Il supplemento (che non ha ancora un nome, anche se nelle ultime settimane era circolata l’idea di chiamarlo Lo Stampino, risultata non gradita) verrà  distribuito nelle regioni-chiave per La Stampa: oltre al Piemonte, la Liguria e la Valle d’Aosta. Il progetto grafico è per ora affidato a Zai-net, uno studio editoriale che già  collabora con La Stampa per le iniziative rivolte alla scuola. Ma non c’è ancora nulla di deciso, neppure la data di uscita: potrebbe essere maggio, per consentire un periodo di test prima della pausa estiva, oppure settembre.

_____________________
Nella foto, Marcello Sorgi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale