Quotidiani – ‘Leggo’, ‘City’, ‘Metro’. Guerra per la leadership

‘Prima Comunicazione’, numero 349, Marzo 2005 – Leggo è primo, ma City e Metro rilanciano Per il secondo anno i tre quotidiani gratuiti nazionali – Leggo del gruppo Caltagirone, City di Rcs MediaGroup e Metro del gruppo svedese Metro International – hanno presentato la ricerca sulla loro readership realizzata da Eurisko. Ma la fotografia che ne esce, che riguarda il 2004, sarà  di fatto superata nelle prossime settimane da una realtà  di mercato ben diversa da quella analizzata nell’indagine, visto che tutte e tre le testate hanno a breve progetti di rilancio o di nuove edizioni che porteranno la concorrenza tra Leggo, City e Metro alle stelle rendendo il 2005 un anno decisivo per la conquista della leadership nel settore. A quasi cinque anni dalla loro nascita, i quotidiani d’informazione gratuiti sono ormai una realtà  consolidata nel mercato editoriale italiano: nel 2004 il fatturato pubblicitario complessivo ha superato i 55 milioni di euro; i lettori nel giorno medio – certifica la ricerca Eurisko – sono saliti del 5,8% a 1.738.000, di cui 1.253.000 (il 12,3% in più sul 2003) lettori esclusivi; i profili dei loro lettori hanno gli indici di concentrazione più elevati nella parte pregiata della Mappa Eurisko. Del resto risultati simili, anzi spesso migliori, li stanno ottenendo in tutti i maggiori mercati occidentali, tanto che un riconoscimento al loro ruolo è venuto lo scorso 25 febbraio, a Roma, anche dalla World Newspaper Advertising Conference & Expo, il summit mondiale sul rapporto fra quotidiani e pubblicità . Nell’intervento di apertura Azzurra Caltagirone, vice presidente della Caltagirone Editore e vice presidente della Fieg per i quotidiani, ha voluto sottolineare come ormai questi giornali facciano parte del nostro panorama editoriale, e con una funzione importante: “Contribuiscono ad avvicinare i giovani al mondo dell’informazione e alla lettura del quotidiano, sviluppando in loro quella sensibilità  che in seguito potrà  portarli alla scelta di giornali a pagamento necessariamente più complessi”, ha detto. “Inoltre i loro lettori si collocano nelle fasce più interessanti, cioè il pubblico giovane e più dinamico dal punto di vista produttivo”. Azzurra Caltagirone ha molti motivi per parlare bene dei quotidiani gratuiti. Anche nel 2004, infatti, il suo Leggo – distribuito in nove città  con una tiratura complessiva di 850mila copie – si conferma come il più letto con 1.157.000 lettori, l’8,2% in più sull’anno precedente. Ma soprattutto è l’unico dei tre ad aver chiuso un primo anno in pareggio, con un fatturato di 23 milioni di euro di cui circa il 65% ricavati dalla pubblicità  nazionale. In crescita pure City – distribuito in sei città , alle quali va aggiunta per parte del 2004 Padova, oggi chiusa – che vede aumentare i propri lettori dell’1,8% a 747mila e che ha fatturato 20 milioni di euro. Mentre perde il 9,5% dei lettori – scendendo a 626mila – Metro, distribuito solo a Milano e Roma, che ha fatturato 16,5 milioni di euro. Ma proprio Metro è il quotidiano gratuito che quest’anno avrà  il maggiore sviluppo.

________________________
Nella foto, Azzurra Caltagirone

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale