Comunicazione e pubblicità  – FinecoBank. Campagna a tutto campo

‘Prima Comunicazione’, numero 349, Marzo 2005 – ‘Se pensi ai tuoi soldi stai già  pensando a Fineco’, ‘I soldi non crescono sugli alberi, non cadono dal cielo’. Sono due degli slogan della nuova campagna d’immagine da 10 milioni di euro lanciata da Fineco, la banca on line controllata da Capitalia. Fineco è una delle poche realtà  della finanza ‘immateriale’ a essersi salvata dalla bufera che all’inizio del nuovo millennio ha colpito la net economy. Dopo il grande strappo della rete, nessuno ne voleva più sapere di investire soldi attraverso Internet, ma quelle realtà  che avevano dimostrato di essere solide, sono rimaste a galla. Magari con un brand un po’ acciaccato ma in piedi. Fineco è una di queste realtà . Il messaggio ai risparmiatori, soprattutto nei due slogan citati, è chiaro: Internet non va abbandonata come strumento per accedere al mercato finanziario, ma non ci si può illudere che ‘i soldi crescano sugli alberi o cadano dal cielo’. E comunque sia la finanza on line fa risparmiare un sacco di soldi. Gianluca Pastore, amministratore delegato di Wlf – l’agenzia di pubblicità  che anni fa diventò nota anche grazie a una campagna per il quotidiano Il manifesto che aveva come slogan ‘La rivoluzione non russa’ – spiega come ha avuto origine la campagna di Fineco. “È una campagna che segna il ritorno di Fineco a una comunicazione importante, che tocca anche il brand. È un’idea che nasce su input del management della banca e dell’azionista di controllo Capitalia”.  Qual è la filosofia della campagna pubblicitaria? “Siamo partiti da una constatazione che potrebbe sembrare banale ma che non lo è affatto: a differenza del 2000, quando i correntisti on line erano tanti ma pur sempre un’élite, oggi Internet è diventato uno strumento di uso quotidiano, il mercato delle banche on line ha un potenziale di 10 milioni di clienti e noi ci siamo adeguati a questi cambiamenti radicali. Il messaggio è concreto, non abbiamo voluto essere troppo ammiccanti con i correntisti, con slogan del tipo ‘la banca amica’, ma abbiamo preferito parlare della immediatezza e dei vantaggi della finanza on line, soprattutto per quanto riguarda l’enorme risparmio delle spese”. Il ritorno di Fineco è a tutto campo. Se per due anni la FinecoBank ha comunicato soltanto in rete, ora il management, in collaborazione con Gianluca Pastore e i creativi Paolo Gorini e Oscar Morisio, ha deciso di essere presente su tutti i media: Internet, radio, tivù e carta stampata.  La campagna combina messaggi generali e messaggi che badano ai quattrini come: ‘Gli interessi crescono, le spese si azzerano’, oppure ‘Prelievi bancomat gratuiti da qualsiasi banca’. La prima raffica mensile ha battuto a tappeto la tivù, poi è stata la volta della stampa, di Internet e della radio. “Abbiamo cercato di fare una campagna al passo con i tempi”, dice ancora Pastore, “sapendo che i risparmiatori sono adulti e non si fanno infinocchiare da slogan talvolta troppo infantili e poco veritieri”. 


______________________
Nella foto, Gianluca Pastore

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale