Periodici – Televisivi. Cairo lancia la sfida a ‘Sorrisi e Canzoni Tv’

‘Prima Comunicazione’, numero 348, Febbraio 2005 – Dopo oltre vent’anni di trionfale e indisturbata navigazione nel mercato dei televisivi, Sorrisi e Canzoni Tv ha per la prima volta un concorrente: Dipiù Tv di Urbano Cairo. La guerra al settimanale della Mondadori – che all’inizio degli Ottanta vendeva oltre 2 milioni di copie ed è tuttora il più venduto settimanale italiano – è cominciata il 31 gennaio con un primo numero di Dipiù Tv, venduto in cut price a 0,20 euro, che ha fatto l’esaurito su una tiratura di un milione di copie. E sarà  guerra di logoramento. Messa sull’avviso lo scorso autunno dalle prime dichiarazioni di Cairo sul lancio in primavera di un televisivo, destinato a bissare il successo del familiare Settimanale Dipiù e anch’esso diretto da Sandro Mayer; allarmata dalla scoperta, a inizio dicembre, che il Gruppo Editoriale L’Espresso stava preparando il lancio di Tv Magazine, il primo televisivo italiano con periodicità  quindicinale, la Mondadori ha reagito giocando d’anticipo e senza risparmio di mezzi. Per difendere la sua quota di mercato – superiore al 70% con i settimanali Sorrisi, Guida Tv e Telepiù – ha lanciato non una ma due nuove testate: il quindicinale 2Tv, uscito il 7 gennaio, e il settimanale Star+Tv, in edicola dal 14, sulle quali ha investito 6 milioni di euro in comunicazione (vedi Prima n. 347, pag. 29). “E oggi sul mercato dei televisivi abbiamo parecchie copie in più di prima”, sottolinea Eugenio Trombetta Panigadi, responsabile dell’unità  di business periodici tivù. “Star+Tv è andato meglio di quanto prevedessimo: il primo numero ha fatto l’esaurito tecnico delle 600mila copie tirate, i tre numeri successivi sono sopra le 600mila. 2Tv ha venduto oltre 500mila copie del primo numero e circa 380mila del secondo. Guida Tv e Telepiù, per i quali avevamo messo in conto un calo di diffusione, hanno retto bene e perdono solo tra il 5 e l’8%”. E Sorrisi e Canzoni Tv? “Sorrisi, che ha chiuso il 2004 con una media di 1.382.000 copie, non sta perdendo ma guadagnando copie: le nostre stime ci danno i primi sei numeri dell’anno a una media di 1.450.000 copie”, risponde Trombetta Panigadi. “Siamo appena intervenuti sulla sezione dedicata ai programmi arricchendola con molte novità  che tengono conto del nuovo modo di consumare la televisione. E abbiamo reso ancora più qualificata l’offerta di prodotti collaterali proponendo ai lettori, tra le altre cose, la collana delle Garzantine e i dvd di ‘Sex and the city’ che, con un venduto medio di almeno 80mila copie, stanno dando risultati eccezionali per una serie televisiva”. Intanto Dipiù Tv ha fatto l’esaurito tecnico anche del secondo numero, tirato in un milione e 50mila copie. “Lo spazio per allargare il mercato dei televisivi c’è, e Dipiù Tv è la testata giusta per farlo come lo è stata Settimanale Dipiù nel campo dei familiari”, dice Urbano Cairo.

_____________
Foto, Urbano Cairo

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale