Comunicazione e pubblicità  – Ferpi. Festival delle Pr sulle diversità 

‘Prima Comunicazione’, numero 348, Febbraio 2005 – Le profonde differenze culturali, economiche, religiose con cui la nostra società  fa sempre più i conti pongono un problema sostanziale ai professionisti della comunicazione, che riguarda appunto il modo di relazionarsi con queste diversità , come rappresentarle, raccontarle e interlocuire con esse. Alla luce di quest’osservazione la Global Alliance for Public Relations and Communication Management e la Ferpi (la Federazione relazioni pubbliche italiana) hanno pensato di organizzare a Trieste dal 28 al 30 giugno un Festival mondiale delle relazioni pubbliche, intitolato ‘La comunicazione per la diversità , con la diversità , nella diversità ‘. I promotori di quest’iniziativa sono convinti che, quando si comunica la diversità , sia fondamentale utilizzare una collaborazione attiva con i soggetti in causa piuttosto che vederli come soggetti passivi di comunicazione.  Il rischio è che in omaggio alla correttezza politica si pieghi fino all’annacquamento la propria identità  a vantaggio delle ‘diversità ‘ esterne. Enzo Mario Napolitano, presidente di Etnica – Idee per l’economia solidale e interculturale, avverte che “il mondo della comunicazione, e più in generale il mondo del marketing, può e deve svolgere un ruolo di stimolo nei confronti degli attori economici e politici, ancora drammaticamente bloccati da paure e diffidenze, indicando loro il dialogo tra le identità  come l’unica via percorribile, anche in economia”.
“Comunicare con la società  in cui opera”, aggiunge Toni Muzi Falconi, coordinatore del Festival, “è una responsabilità  di ogni organizzazione, che sia privata, pubblica o sociale. Le pubbiche relazioni devono superare l’approccio più tradizionale, che è quello di comunicare a un pubblico mentre dovrebbero sforzarsi di comunicare con il singolo soggetto, portavoce di una nuova visione che assuma piena consapevolezza delle diversità  e le accolga come una nuova importante opportunità  professionale”. Anche Sissi Peloso, presidente della Ferpi, federazione che raccoglie mille associati in rappresentanza di 70mila professionisti, è convinta che la diversità  rappresenti “una risorsa preziosa per la società  contemporanea ed è proprio in questa prospettiva che la comunicazione relazionale favorisce la piena legittimazione della diversità  agli occhi della società “.

_____________________
Nella foto, Toni Muzi Falconi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale