Personaggi – Bibi Ballandi. Sua eminenza il produttore

‘Prima Comunicazione’, numero 346, Dicembre 2004 – Bibi Ballandi racconta per la prima volta i suoi 40 anni di carriera, da impresario dei principali cantanti italiani a produttore televisivo degli ‘one man show’ di Morandi, Celentano, Panariello, Fiorello. “Il primo contratto l’ho fatto alla Cinquetti, più di 40 anni fa. Aveva appena vinto Castrocaro. E l’ho imbroccata bene subito, perché dopo tre mesi ha vinto Sanremo. Lei aveva 16 anni e io neanche 18″, ricorda Ballandi. Oggi Ballandi è l’uomo che, insieme a Bonolis, ha permesso alla Rai di vincere la battaglia autunnale dell’audience con Mediaset. “Quando in Rai arrivò Cattaneo, sembrava dovesse venir giù il mondo”, continua Ballandi. “Mi ha voluto vedere subito, e ci siamo capiti. Io gli ho detto: voi avete l’autodromo, io ci metto i piloti. Con la Rai abbiamo l’esclusiva fino al 2006. È stato Cattaneo a chiedercela. Però c’è un rapporto aperto, per cui se la Rai non mette in cantiere un programma con un nostro artista possiamo chiedere la liberatoria. E’ già  successo per la serata Morandi su Canale 5, per i sessant’anni di Gianni”. Ma è vero che a Ballandi vengono concesse cose che a qualsiasi altro produttore verrebbero negate? “Il punto non è quanto spendi, ma quanto incassi”, risponde nell’intervista a Prima. “Di solito nei miei programmi ci sono sempre da due o tre telepromozioni, più cinque o sei break pubblicitari da dieci spot l’uno. Quando Sipra va a vendere le produzioni Ballandi gli investitori corrono. A Cannes la Sipra apre il catalogo con le nostre produzioni, mica con altro”. La carriera di produttore televisivo di Bibi Ballandi comincia all’inizio degli anni Novanta con il programma ‘Piacere Raiuno’. “Il salto avviene più avanti, nel ’97. Ed è merito del Papa”, spiega Ballandi. “Per il congresso eucaristico organizzo la diretta con Raiuno del 27 settembre, con il concerto di Bob Dylan davanti a 400mila persone, la Milly Carlucci che presenta e una quantità  di ospiti straordinari. L’evento fa il giro del mondo. In Italia facciamo il 42% di share. Ecco, da quel momento prende corpo il team creativo e organizzativo che forma l’ossatura della Ballandi Entertainment”. “La maggior differenza fra me e altri produttori tivù come Endemol e Magnolia sta nel fatto che loro lavorano sul format, mentre io mi porto dietro questo amore per l’artista”, conclude Bibi Ballandi. “E questo è anche il motivo per cui i giovani vogliono lavorare con noi. Con Vincenzo Salemme e con Anna Maria Barbera, la ‘Sconsolata’, faremo lo stesso percorso fatto con Panariello e Fiorello. Come del resto faremo con Paola Cortellesi, un talento grandissimo che ha solo bisogno di precisare la sua cifra stilistica”.

___________________
Nella foto, Bibi Ballandi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale