Giorgio Mulè – Da vice direttore esecutivo di ‘Panorama’ a direttore di ‘Economy’

‘Prima Comunicazione’, numero 345, Novembre 2004 – Lasciata la vice direzione esecutiva di Panorama, Giorgio Mulè si è subito dato un gran daffare per trasformare Economy, il settimanale di cui è diventato direttore il 25 novembre. “È un giornale giovane e, quindi, ha tutto lo spazio e i motivi per crescere”, afferma Mulè, pur consapevole che in questo momento i giornali economici e finanziari non hanno un grande appeal. “Noi vogliamo rivolgerci a chi produce, a chi fa impresa, a chi in questo Paese pensa, fa progetti e rischia. Vogliamo diventare interlocutori di queste realtà “. Basta, allora, con l’informazione un po’ corsara della gestione di Paolo Madron, che aveva causato qualche contraccolpo alla Mondadori (come, nei più recenti esempi, con le copertine dedicate alla Fiat e alla Barilla)? “No, non si tratta di mettere veli o di non dire”, ribatte Mulè. “Il problema è nei toni. Se c’è pacatezza, se si dà  agli interlocutori lo spazio di dire la loro, non c’è problema. Come ho sperimentato durante tutta la mia carriera professionale”. Nato a Caltanissetta 36 anni fa, Mulè ha iniziato a collaborare al Giornale di Sicilia all’età  di 18 anni. Nell’88 si trasferisce per un anno a New York dove lavora al Progresso Italo Americano. Tornato in Italia, viene assunto al Giornale di Sicilia. Nel ’92 è a Roma alla redazione del Giornale, di cui era diventato corrispondente nell’ultimo periodo a Palermo. Quando Indro Montanelli lascia e direttore diventa Vittorio Feltri, Mulè viene nominato caporedattore e realizza da zero la cronaca romana del Giornale. Nel ’98 passa a Panorama come inviato. Al settimanale della casa editrice di Segrate sale i gradini professionali fino a vice direttore e vice direttore esecutivo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro