Roberto Zarriello – Da caporedattore sport a vice direttore ‘Age’

‘Prima Comunicazione’, numero 345, Novembre 2004 – Ride e dice che il giornalismo gli ha rubato l’infanzia e forse non scherza troppo. A ventisei anni è diventato vice direttore dell’Age, la dinamica Agenzia giornalistica europea on line diretta al suo terzo anno di vita da Paolo Picone. Nato a Foggia, Zarriello ha iniziato prestissimo a scrivere per giornali e collaborare con televisioni locali. Appassionato di comunicazione, ha trovato anche il tempo di laurearsi con una tesi sulla comunicazione politica. Nel 2002 ha iniziato a frequentare l’Age coprendo gli eventi pugliesi e poi, rapidamente, si è mosso in eventi sportivi, culturali, comunicativi. Zarriello ama, fortissimamente ama, il calcio e lo sport tutto. Odia, fortissimamente odia, l’ipocrisia dei colleghi (“Ce n’è tantissima”), la supponenza, la maldicenza, i calci negli stinchi, ma chiosa: “Tutto sommato fa parte del gioco”. Per la sua età  sembra abbia imparato molto. Se non addirittura troppo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro