Case editrici ““ Mondadori. Una cura da cavallo

‘Prima Comunicazione’, numero 345, Novembre 2004 – Sabato 6 novembre il direttore generale dei periodici Mondadori, Nini Briglia, ha fatto fare gli straordinari ai direttori delle testate della casa editrice: tutti riuniti a Segrate, alla presenza del vice presidente e amministratore delegato Maurizio Costa, per ascoltare come e perché la Mondadori si è dotata di una nuova struttura di marketing, realizzata da Briglia e dall’amministratore delegato di Mondadori Pubblicità , Eduardo Giliberti, integrando i rispettivi staff che si occupavano di marketing all’interno della divisione Periodici e della concessionaria. La premessa di Briglia è stata dura: nel settore dei periodici la concorrenza è alle stelle; ci sono nuovi protagonisti che si muovono in maniera molto aggressiva come la Cairo Editore – che con Settimanale Dipiù ha lanciato una testata di grandissimo successo in edicola, molto redditizia, realizzata con una redazione all’osso – che ora minaccia di entrare anche nel mercato dei settimanali televisivi dominato da Sorrisi e canzoni Tv; d’ora in poi la valutazione delle testate che hanno difficoltà  di diffusione o di raccolta pubblicitaria sarà  severa (secondo quanto risulta a Prima, la Gruner und Jahr/Mondadori potrebbe cedere il mensile Vera). Ma è esplicito anche il segnale lanciato verso l’esterno: la Mondadori intende aggredire un mercato pubblicitario sempre più tiepido nei confronti dei periodici con un approccio che mette in valore contemporaneamente tutte le potenzialità  di comunicazione di una testata – l’identità  editoriale, il target, le iniziative di vendite collaterali, nuovi format pubblicitari – in modo che gli utenti possano utilizzarle al meglio. “Questa riorganizzazione è l’inizio di un processo con cui vogliamo riproporre la stampa periodica come un utile mezzo pubblicitario, con un approccio totalmente nuovo al mercato”, spiega Giliberti. “Per farlo era indispensabile avvicinare i due anelli estremi della catena: i direttori delle testate e i venditori di pubblicità . E per ridurre i passaggi intermedi abbiamo unificato i due marketing”. All’interno della divisione Periodici c’è ora una struttura di marketing centralizzata che lavorerà  in maniera integrata sul marketing editoriale e su quello commerciale.

__________________
Nella foto, Nini Briglia

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale