DANILO CASELLI – Da vice direttore economia e finanza del gruppo Riffeser a direttore di ‘Mf-Dow Jones’

E invece il caso su di lui si è proprio accanito. Entrato all’ufficio studi dell’Ipsoa, Caselli si vede proporre un’assunzione al neonato quotidiano Italia Oggi nel settembre del 1986. Dirige Magnaschi che da allora lo seguirà  per lunga parte del tragitto professionale (tanto che ancora oggi Caselli dichiara: “Sono un prodotto di Magnaschi”). I primi passi sono quelli di analista di Borsa, poi il salto della barricata: redattore. Dal 1988 al 2003 la sua casa si chiama Class Editori al cui interno inizia come redattore ordinario e poi pian piano cresce fino alla nomina a condirettore delle testate Mf e Milano Finanza. Nel novembre del 2003 il gruppo Riffeser gli offre un posto come vice direttore economia e finanza per le quattro testate del gruppo: Qn, Il Resto del Carlino, Il Giorno e La Nazione, più la direzione del settimanale Economia. Caselli accetta. Undici mesi e arriva l’offerta di dirigere l’agenzia-joint venture Mf-Dow Jones. Un ritorno a casa. Coniugato e padre di due figli, lavora come un forsennato dalle 9 di mattina alle 11 di sera, ma appena può si lancia sulle piste da sci o si impegna sui campi da tennis.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro