PAOLA CENTOMO – Da vice direttore di ‘Glamour’ a direttore di ‘Glamour’

Nata a Busto Arsizio, alle soglie di Milano, 39 anni fa, Paola Centomo è arrivata al giornalismo per la via più breve e più sicura: l’Istituto per la formazione al giornalismo Carlo De Martino che ha cominciato a frequentare nell’86 abbandonando al terzo anno la facoltà  di scienze politiche dell’università  Statale. Già  durante i due anni di corso collabora con il Corriere della Sera scrivendo di cronaca, attualità  e politica per le pagine regionali ‘Metropoli’; nell’87 è, sempre come collaboratrice, al settimanale femminile Eva e nel marzo dell’anno dopo arriva la prima assunzione: Vera Montanari ha mandato in edicola sei mesi prima l’edizione italiana di Marie Claire e la chiama al giornale perché si occupi di attualità  e d’inchieste. A Marie Claire Centomo incontra Valeria Corbetta, che del mensile è caporedattore e poi vice direttore, e nel 1994 la segue a Glamour. Qui nel 2001, appena nominata alla vice direzione, chiede di occuparsi del nuovo sito del mensile, glamour.com, che Corbetta concepisce come un corpo totalmente integrato con il giornale e che vuole affidare a qualcuno che ne conosca alla perfezione lo spirito e le potenzialità . Per lei è un’esperienza preziosa: “Il web è una straordinaria palestra di giornalismo: ti obbliga alla sintesi, ti insegna a costruire una pagina nel modo più essenziale ed efficace”, sostiene Centomo. Il sito va on line nel luglio 2001, Paola Centomo lo segue, lo perfeziona, lo fa crescere per un altro anno. I risultati sono eccellenti, oggi glamour.com ha una media di 4 milioni di pagine viste al mese e 300mila utenti unici (dichiarazione editore), e si è rivelato anche un buon veicolo pubblicitario con entrate tuttora in crescita (quest’anno il 35% in più). Poco dopo l’arrivo di Danda Santini alla direzione di Glamour, Centomo riprende il suo ruolo al mensile e la affianca nel progetto di restyling che ha visto la luce nel marzo 2003. Sposata con un architetto, una figlia di 4 anni, Carolina Nina, oltre al giornalismo nella vita Paola Centomo ha avuto un’altra passione: l’atletica leggera, che da giovane ha praticato a livello agonistico come ostacolista. Allo sport oggi si dedica quando può e nel tempo libero legge molto e di tutto. Ma quando ne ha di tempo libero? “Ho la fortuna di avere bisogno di poche ore di sonno”, sorride lei.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL e post più popolari. Ad agosto domina Che tempo che fa. Il ricordo di Toffa e Strada e gli Azzurri olimpici nei best post

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL e post più popolari. Ad agosto domina Che tempo che fa. Il ricordo di Toffa e Strada e gli Azzurri olimpici nei best post

L’emozione di tornare al cinema nella nuova campagna Hearst presentata a Venezia

L’emozione di tornare al cinema nella nuova campagna Hearst presentata a Venezia

WhatsApp legge i messaggi delle chat. Appaltatori esterni e intelligenza artificiale per esaminare testi, foto e video: l’indagine di ProPublica

WhatsApp legge i messaggi delle chat. Appaltatori esterni e intelligenza artificiale per esaminare testi, foto e video: l’indagine di ProPublica