Televisione – Barometro. La tivù generalista è in buona salute

Alla presentazione dei nuovi palinsesti d’autunno di Mediaset la rete più festeggiata è stata Italia 1 e il suo direttore Luca Tiraboschi ha dei buoni motivi per andarne orgoglioso. Italia 1 non solo è l’unica tivù di target nel panorama free, riserva indiana della programmazione giovanile. È anche qualcosa di più. Secondo Luigi Ricci, presidente dell’istituto di ricerca Barometro, “è il grande cantiere della nuova televisione e ha avuto un ruolo determinante nella rinascita della tivù generalista. Realizzando programmi sperimentali, ironici e dissacranti per il target giovani che grazie al loro successo sono poi andati a fertilizzare Canale 5 e anche incubando talenti, personaggi, linguaggi che sono stati saccheggiati da tutte le altre reti. Penso a ‘Zelig’, agli ‘Amici di Maria De Filippi’ ma anche a Fiorello, Mammuccari, Bonolis, Scotti, Gnocchi, Teocoli o la Ventura, la Marcuzzi e Hunziker che sono tutti nati lì e che oggi sono i protagonisti della televisione. Grazie a questi innesti la vecchia tivù generalista sta mutando i suoi codici e da tivù per le massaie si sta trasformando in una tivù che fa da richiamo per gli spettatori più difficili come i giovani e le fasce socio culturali più elitarie”. Barometro ha appena terminato una ricerca sulla ‘Tivù alla conquista dei microtarget’, che misura lo stato di salute della televisione generalista col doppio obiettivo di accertare se negli anni ha perso spettatori e se sia riuscita a riconquistare i giovani (12-17) che non la seguivano più e i giovani adulti (18-34) che sono i grandi consumatori di tecnologie a cui guardano avidamente i centri media. Dall’andamento dell’ascolto televisivo di prima serata nell’arco del decennio 1994-2004 emerge che la tivù in chiaro nel suo complesso ha aumentato il numero di spettatori del 5,4%, con una polarizzazione dell’ascolto sulle due reti regine Raiuno e Canale 5. “Alla faccia di quanti alla fine degli anni Novanta immaginavano che fosse un attrezzo ‘old economy’ da rottamare, la tivù generalista nel 2004 si presenta con più pubblico e con più pubblici”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale