Agenzie di stampa – ‘Romereports’. Agenzia tivù sulla Chiesa

Che il Papa, il Vaticano e il mondo cattolico fossero un gran business per i media non è una novità . Roma pullula di vaticanisti giunti da tutto il mondo per riportare ogni sillaba del Pontefice e ogni impercettibile peggioramento o rinvigorimento della sua salute.  Il Ctv (Centro televisivo vaticano) ogni giorno sforna patinate immagini del Papa e dei più popolari cardinali, che vengono rimpallate in tutto il mondo dalle maggiori agenzie televisive internazionali e dai broadcaster dei Paesi cattolici. Ci sono poi Telepace (tivù in chiaro del Vaticano) e Sat 2000 (canale della Conferenza episcopale italiana). E come se tutto ciò non bastasse, a pochi passi dalle mura vaticane è nata RomeReports (www.romereports.com), un’agenzia televisiva internazionale in inglese, spagnolo e portoghese interamente dedicata al mondo della Chiesa cattolica. Il progetto è promosso dall’organizzazione non profit Fondazione Perseus, con l’appoggio della potente prelatura dell’Opus Dei, alla quale appartiene il direttore, Yago De La Cierva (ex direttore del Vis, Vatican information service), e l’attuale capo della sala stampa e portavoce del Santo Padre, Joaquà­n Navarro-Valls. Questi contatti potrebbero essere il vero valore aggiunto dell’agenzia, anche se De la Cierva ci tiene a prendere le distanze dall’Opus Dei e a difendere l’indipendenza del suo ambizioso progetto, finanziato con 180mila euro sborsati da sei imprenditori e professionisti italiani e spagnoli.

__________________________
Nella foto, Joaquà­n Navarro-Valls

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale