Televisione – Polivideo. La fabbrica di format italiani

Debutta ‘AAA Cercasi uomo’, il reality entertainment da esportare nel mondo “AAA Cercasi uomo. Pubblicitaria milanese cerca uomo carino che cucini, lavi e altro. Vitto e alloggio. 1.500 euro al mese”. L’annuncio, apparso qualche mese fa su alcuni quotidiani nazionali, ha scatenato oltre 400 telefonate in una settimana. Una trentina di aspiranti ‘domestici’ sono poi stati selezionati attraverso normali colloqui di lavoro, tenuti dalla manager che aveva pubblicato l’annuncio. Tra loro, undici sono stati scelti per fare una giornata di prova: sei ore di lavoro nell’elegante loft della rampante pubblicitaria milanese. Poi sono finiti in un reality show. E dal 16 giugno li vedremo una volta alla settimana per dieci puntate sulla pay tv Fox Life, visibile su Sky.  S’intitola proprio ‘AAA Cercasi uomo’ il nuovo reality del canale satellitare della Fox International Channels Italia, che ha per protagonista una manager, l’attrice Nicoletta Della Corte alias Sara, e dieci uomini (l’undicesimo selezionato non ha firmato la liberatoria per apparire in video) ignari, questi ultimi, di essere in tivù.  L’idea e la produzione del format sono di Polivideo, società  europea di produzione televisiva attiva da 30 anni, con sede a Locarno e dal 2002 di proprietà  al 100% di Sinim srl, Società  di iniziative multimediali che fa capo a Leonardo Breccia (ex direttore generale di RaiSacis, oggi RaiTrade) e Alessandra Zingales (ex amministratore delegato di Telemontecarlo e di Universal Studios Network di cui è stata anche vice presidente), rispettivamente presidente e amministratore delegato di Polivideo. Autore di ‘AAA Cercasi uomo’ è il giovane regista Gionata Zarantonello. Che ha realizzato un format subito piaciuto al direttore generale di Fox International Channels Italia, Emiliano Calemzuk, il quale ha già  in mente di portarlo all’estero sugli altri canali Fox. Undici giorni di produzione, quindici telecamere nascoste in vari angoli del loft, 70mila euro circa il costo di produzione per ogni puntata. “Sono questi i numeri di ‘AAA Cercasi uomo’, il primo reality-entertainment ideato e prodotto da una casa di produzione italiana”, dice Alessandra Zingales. “L’ideazione e la produzione diretta di format è infatti un asset molto importante per la nostra società . Crediamo che il mercato italiano non abbia più bisogno di produttori che acquistino format all’estero per poi localizzarli. Noi abbiamo invertito la tendenza: stimoliamo autori italiani a creare nuovi prodotti per l’Italia, prodotti che poi intendiamo sfruttare anche all’estero”. Polivideo sta già  lavorando ad altri cinque format di autori italiani. Per tre di queste produzioni ci sono trattative in corso con alcune televisioni. La società , nata nel 1972 per tradurre in video e per distribuire i contenuti editoriali di Mondadori, col tempo ha visto crescere la sua notorietà  anche nel settore della produzione televisiva, in partnership con importanti broadcaster europei come Rai, Mediaset, Abc, France Télévision e altri. Negli anni Polivideo si è affermata anche come produttore esecutivo (Mediaset, per esempio, le affida la diretta del ‘Galà  della pubblicità ‘ su Canale 5).

_________________________
Nella foto, Alessandra Zingales

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale