Istituzioni – Autorità  per le comunicazioni. Rush finale

“L’Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni è lanciata in una corsa contro il tempo per chiudere tutte le pendenze della legislatura”, dice Alessandro Botto, segretario generale dell’Autorità . “Prima della scadenza del marzo 2005 il consiglio vuole portare a compimento i grandi procedimenti aperti”, dice Botto. “Per l’audiovisivo  c’è da concludere l’iter sul digitale terrestre e sulle posizioni dominanti di Rai e Mediaset; poi c’è l’avvio dei nuovi compiti previsti dalla legge Gasparri. Sul fronte delle telecomunicazioni c’è la definizione dei diciotto mercati di telefonia in base al nuovo quadro regolamentare comunitario e la ripartizione delle competenze con il ministero delle Comunicazioni per l’applicazione del Codice della comunicazione elettronica”.  Il segretario dell’Autorità  per le garanzie nelle comunicazioni, in carica da tre anni, punta anche a chiudere la partita dell’organizzazione, dando stabilità  al personale precario. “Abbiamo riorganizzato tutte le attività  in tre dipartimenti e otto servizi”, spiega Botto. “Poi per facilitare la comunicazione tra le aree abbiamo creato due coordinamenti che sono una specie di cabina di regia e punto di raccordo dei dirigenti di prima fascia di cui sono responsabili Roberto Viola e Antonio Perrucci. Dovremo migliorare ancora molto perché questa è un’Autorità  molto complessa con un enorme carico di compiti. Oggi i dipendenti dell’autorità  sono 260 ma la nuova Finanziaria ci consente di crescere a 320. Stiamo cercando di organizzarci meglio svuotando settori ridondanti per rinforzare quelli sguarniti, ma siamo ancora troppo pochi. La Of Com, la nostra omologa inglese che ha un raggio di competenze simile al nostro, può contare su mille dipendenti. L’Autorità  deve smaltire un enorme lavoro che aumenterà  ancora quando verrà  approvata la legge sul conflitto di interessi”.

__________________________
Nella foto, Alessandro Botto

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale