FRANCO BONERA – Da direttore di ‘Sportweek’ a vice direttore della ‘Gazzetta dello Sport’

E quell’altro si chiama Oggi, familiare popolare dove lavora dal 1980 al 1989 come caposervizio e poi caporedattore, fino a quando Willy Molco non se lo porta con sé a Sette come caporedattore centrale e poi ancora nel ’92 a Moda. Appassionato di fotografia, all’immagine dedica studio, pazienza e molta energia. A Moda da condirettore diventa nel ’95 direttore e nel ’96 coordina la lavorazione di Dove, Gulliver e Carnet per la Darp e di Newton per la Rcs Periodici. Colleziona maialini di ogni forma, materia e misura, scrive un libro (‘Il maiale’, Mondadori, 1990) che incontra i gusti del pubblico e che viene anche tradotto. Nel febbraio 1998 diventa direttore di Verde Oggi, periodico nato con l’intento di portare a casa le braccia rubate all’agricoltura e di favorire il reinserimento nella cultura dei campi. Un gran bel successo che segna oltre le 110mila copie di vendita in edicola. A maggio del 1999 lascia pascoli e maggesi e, chiamato da Paolo Occhipinti, assume la vice direzione di Oggi, soprattutto per costruire la squadra per reggere l’impatto del potenziamento deciso dall’editore dell’area familiar-popolare, che comprende Oggi, Visto e Novella 2000. È ora di tornare all’amato sport e nel gennaio dell’anno giubilare diventa direttore di Sportweek, il magazine sportivo che da lì a un mese uscirà  allegato alla Gazzetta ogni sabato che dio manda in terra. Si tratta di un prodotto nuovo, un settimanale per un pubblico giovane ma di target alto, come dire la crème della gioventù più vivace, consumista e trendaiola, quella per cui lo sport non è solo tifo e calcio ma anche tecnica, cultura, costume e spettacolo. Ora passa alla vice direzione del quotidiano sportivo accanto al direttore Calabrese.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro