PIETRO GRECO – Da collaboratore dell”Unità ‘ a direttore dell”Articolo’, inserto campano dell”Unità ‘

Già  in quinta elementare aveva fondato e scritto un giornalino scolastico, ma poi si era un po’ distaccato dalla professione preferendo laurearsi in chimica a Napoli con l’idea di applicarsi alla ricerca. Cosa che in Italia, è noto, non viene certo facilitata tant’è che Greco a quel punto, visto il cammino periglioso, preferisce dedicarsi a qualcosa di contiguo: la divulgazione scientifica. Grazie a Romeo Bassoli, Greco inizia a collaborare nel 1987 alle pagine scientifiche del quotidiano di via Due Macelli e dopo pochi pochi mesi viene assunto. “Per colmo di fortuna vengo fatto inviato di scienza”, dice con troppa ma sincera modestia. Nel 1999 L’Unità , come tutti sappiamo, chiude in un mare di polemiche, liti, odi, dispute sindacali e giudiziarie, rivendicazioni e proteste. Pietro Greco con Franco Prattico (scrittore e giornalista e autore di articoli scientifici su La Repubblica) e Stefano Fantoni (professore di teoria delle interazioni nucleari) istituisce un master di comunicazione della scienza alla Scuola internazionale superiore di studi avanzati di Trieste dove Fantoni insegna. E scrive, scrive, scrive. Dio quanto scrive Greco. Lui li chiama ‘libelli’ o ‘libercoli’ ma sa bene che si tratta di opere di tutto rispetto da ‘Hiroshima, la fisica conosce il peccato’ del 1995 a ‘Toccare le stelle’ scritto con Prattico, Giorgio Rivieccio ed Emanuele Vinassa de Regny due anni dopo. Da ‘L’origine dell’universo’ (1998) a ‘Evoluzioni’ (1999), a ‘Il sogno di Einstein’ (2000). Quel che sempre più l’appassiona è l’ambiente globale e lo sviluppo sostenibile, robetta che bisogna trattare con molta cautela se non si vuol passare per fanfaroni e lui, infatti, di cautela ce ne mette a iosa. Con Romeo Bassoli ha fondato l’agenzia di giornalismo scientifico Zadig Roma, ma ora gli tocca in sorte il bel compito di gestire L’Articolo, l’inserto campano dell’Unità , guidando undici colleghi. Ogni giorno per sei giorni la settimana. E uno dei sei giorni – la domenica – l’inserto sarà  monotematico. “L’Articolo avrà  molta cronaca ma soprattutto analisi politiche, economiche, sociali e culturali perché in Campania”, spiega pazientemente a chi come noi s’è scordato anche le tabelline, “ci sono sette atenei, 250mila studenti, centri di studio e di ricerca di alto livello”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Si dimette il presidente dell’Enea Federico Testa. Lettera al ministro Cingolani, impedimento per motivi personali

Si dimette il presidente dell’Enea Federico Testa. Lettera al ministro Cingolani, impedimento per motivi personali

Battuta d’arresto per l’editoria per ragazzi, vendite a -1,3% nel 2020. Levi (Aie): Cresce il nostro impegno a favore del settore

Battuta d’arresto per l’editoria per ragazzi, vendite a -1,3% nel 2020. Levi (Aie): Cresce il nostro impegno a favore del settore

TOP GIORNALISTI più attivi sui social a maggio. Scanzi ancora davanti a tutti, Tosa e Mentana sul podio

TOP GIORNALISTI più attivi sui social a maggio. Scanzi ancora davanti a tutti, Tosa e Mentana sul podio