GIUSEPPE LEONI – Direttore della ‘Padania’

Varesotto nato a Mornago il 15 aprile 1947, cattolico fin nelle pieghe dei papillon che sfoggia con molta disinvoltura ed eleganza (guida da anni i Cattolici padani), Giuseppe Leoni è un padre storico della Lega, uno di quelli che con Bossi l’ha fondata e tirata su, che l’ha difesa e recuperata, che l’ha corretta e spinta anche quando c’erano salite ardite da superare. La direzione di Gigi Moncalvo, che ora se la spassa in Rai con grande scuorno di tanti redattori che l’odiavano nemmeno fosse un napoletano, aveva creato molti malumori nel giornale. La malattia di Bossi aveva fatto il resto lasciando una testata in balia di se stessa e tenuta in piedi quasi unicamente dalla capacità  operativa e creativa di Roberto Brusadelli, caporedattore centrale con Moncalvo e oggi meritatamente nominato vice direttore. Brusadelli è uomo di macchina, quello che conosce tutti gli angoli e i cassetti della redazione, mentre Leoni è un architetto di professione e un politico di passione e la sua sosta alla direzione viene data per transitoria. Laureato appunto in architettura, eletto deputato per la Lega lombarda nel 1987 e rieletto al Senato per la Lega Nord dal 1992 al 1994, torna a Montecitorio dal 1994 al 1996 e poi di nuovo a Palazzo Madama nel 1999 in sostituzione del senatore Speroni. È presidente della cooperativa Editoriale Nord che edita il quotidiano e non perde riga per difendere i principi di un cattolicesimo integro e meneghino, legato ai valori della tradizione, contro aborto e divorzio, contro inseminanti e inseminate per non parlar del resto. Festeggiano dunque i redattori che gli hanno subito riconosciuto un’ampia fiducia, ma che più che altro gli sono grati per averli liberati dalla direzione Moncalvo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro