Televisione – Sky. Vuol fare da sola

Guido Rossi per la Cairo communication, Piero Schlesinger per Sky Italia e Giuseppe Luzzatto come presidente del collegio sono i tre campioni del diritto amministrativo e societario chiamati a formare il collegio arbitrale che dovrà  decidere sul futuro del rapporto tra la concessionaria di Urbano Cairo e la pay tv del gruppo Murdoch. I manager di Sky infatti hanno annunciato di voler gestire la raccolta pubblicitaria con una propria struttura che, affidata a Fabrizio Piscopo, in organico dal settembre scorso, dovrebbe incominciare a operare quest’estate. Oltre a Cairo, che ha un contratto che risale alla precedente gestione di Tele+, la decisione di Sky coinvolge anche Pk, la concessionaria dell’Itedi che ha in portafoglio i canali di cinema e spettacolo e qualcosa di sport, il cui contratto di un anno scade a fine giugno. La decisione di Tom Mockridge, amministratore delegato di Sky, e di Mark Williams, responsabile delle strategie commerciali, non tiene conto dell’ottimo lavoro fatto da Cairo communication e dalla Pk (dove dicono di aver superato gli obiettivi) e della complessità  del mercato della pubblicità  nostrano, ma risponde alle regole del gruppo NewsCorp che vogliono che la pubblicità  sia gestita direttamente.

____________________
Nella foto, Urbano Cairo

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale