Case editrici – Rcs Mediagroup. Le verità  di Romiti

È stato Cesare Romiti l’unica star della prima convention di Rcs MediaGroup che si è svolta allo Spazio antologico di via Mecenate a Milano. Sul palco si sono alternati manager e direttori intervistati da Michele Mirabella e ciascuno ha fatto la sua parte in commedia. Ma quando è toccato al presidente della Rcs Quotidiani il tono è cambiato. Romiti il copione se lo è scritto da solo e con due uscite (durante la convention e nel discorso di chiusura) ha dimostrato chi è il vero e unico editore del gruppo. Chiusa la convention con una grande festa in discoteca (scatenati nel ballo manager, giornalisti e direttori) si è tornati alle grane che in questo momento impegnano i vertici di Rcs MediaGroup: la vertenza con i poligrafici per i tagli di organico alla Quotidiani e lo scontro aperto con il socio Hubert Burda, che controlla il 40% di Rcs Periodici e il 50% delle attività  internazionali nei periodici. Sono mesi che si parla di forti tensioni con i tedeschi dovute al fatto che Maurizio Romiti ha preso decisioni sulla riorganizzazione e nomine alla Periodici senza darne notizia al socio di minoranza. Burda, piccato, si è espresso contro la designazione di Gianni Vallardi, amministratore delegato della Quotidiani, anche alla guida della Periodici e alla nomina a direttore generale di Laura Comini, una manager che ha sempre collaborato con Vallardi nei suoi vent’anni di incarichi manageriali in Rizzoli e che ha fatto un ottimo lavoro ai collezionabili della Rcs Libri. In attesa che anche la sua nomina ad amministratore delegato della Rcs Periodici si sblocchi, Gianni Vallardi ha definito la struttura della Rcs Quotidiani. Nel nuovo organigramma all’amministratore delegato riportano con funzioni di staff le seguenti direzioni: Sviluppo (affidata ad interim allo stesso Vallardi), Personale e organizzazione (Piergiorgio Erbetta), Controllo di gestione (Roberto Miglio), Tecnica (Fiorenzo Bernazzani) e Commerciale (Ennio Mazzei). Mazzei, che rimane anche a capo di Rcs Sport, prende il posto di Alessandro Bompieri promosso alla direzione della Divisione Corriere della Sera, una delle tre aree di business che rispondono a Vallardi. A Luca Traverso, attualmente editore incaricato dei maschili della Periodici, andrà  la Divisione Gazzetta dello Sport, incarico mantenuto ad interim da Vallardi. Responsabile della Divisione City è Bruno Lommi, mentre Giorgio Valerio è direttore della Divisione Unidad Editorial (l’editrice madrilena del Mundo). Sempre a Vallardi riporta per gli aspetti gestionali anche Cesare Biffi, a cui è affidata la Fondazione Corriere della Sera per statuto autonoma. A fianco di Bompieri una sola figura di staff: Ottavio Di Brizzi – viene dai collezionabili e ha lavorato a lungo in Spagna – che si occupa della parte editoriale dei prodotti collaterali. Da Bompieri dipendono anche il marketing interno (di cui ha l’interim), le edizioni locali (Federico Costa) e il marketing collaterali (Emilia Strada).  Dalla Divisione Gazzetta dello Sport dipendono il marketing Gazzetta (Maurizio D’Adda) e gli eventi (Ennio Mazzei). Ci sono novità  organizzative anche alla redazione del Corriere della Sera dove Goffredo Buccini è stato nominato capo della redazione di cronaca romana finora guidata da Andrea Garibaldi. Buccini si era guadagnato i galloni da inviato come cronista di giudiziaria seguendo tutta l’inchiesta di Mani pulite, e ha poi lavorato per un periodo negli Usa. Mantiene come vice Paolo Fallai.

____________________
Nella foto, Cesare Romiti

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale