Luigi Vicinanza – Da capo dell’edizione napoletana di ‘Repubblica’ a direttore di ‘La Città ‘ di Salerno

Vicinanza infatti è nato a Castellammare di Stabia, all’altro capo della costiera, e cresciuto nel mestiere nei due maggiori quotidiani campani. Per dire che Vicinanza conosce il campo di gioco e i giocatori e che a lui l’editore guarda speranzoso che La Città  imponga finalmente quell’identità  di primo giornale locale della provincia che in questi sette anni gli è sempre sfuggita in avanti, malgrado una diffusione attorno alle 7/8mila copie. 47 anni, due figli e 30 anni di mestiere, Vicinanza inizia nel ’75 come corrispondente dal suo paese dell’Unità , dove viene assunto nel ’78 e dove resta per 12 anni, prima alla redazione di Napoli e dall’88 a Roma come caporedattore  di notte e capo degli interni. Passato a Repubblica come caposervizio cronaca e dal ’91 all’ufficio centrale, viene rispedito a Napoli nel ’95 come capo della redazione locale.  Fra il ’98 e il 2000, fa il vice direttore del Mattino prima di tornare alla guida dell’edizione napoletana di Repubblica.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro