Adriana Glaviano – Da caporedattore moda a vice direttore moda di ‘Anna’

E’ la responsabile del servizio moda, cioè del cuore del femminile dov’è più evidente la bonifica del restyling. E dove pure lei ci ha messo del suo: ìl gusto per il taglio delle foto e per la grafica appresa dai due talentuosi fotografi di famiglia, il fratello Marco e l’ex marito, e vidimato dal suo diploma di illustratrice grafica preso all’Accademia di Brera. Per questo aveva lasciato la natia Palermo e gli studi di architettura ed era arrivata a Milano, dove per otto anni ha lavorato da free lance come illustratrice prima e poi come curatrice di servizi publiredazionali per la Condé Nast. Quando poi nell’87 viene assunta a Vogue Italia, il mondo della moda, cui ha sempre aspirato, le si spalanca davanti. Nell’89 passa ad Amica come caposervizio moda e inviata sui set e le sfilate di tutto il mondo. Vi passa otto anni, altri due ne lavora a Io Donna e nel ’99 approda ad Anna come caporedattore moda, incarico operativo che tuttora mantiene.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro