Case editrici – Pagine Italia. Ancora più utili

Affiancare alla vendita delle directory Pagine Utili una serie di prodotti di comunicazione per la piccola e media impresa. E’ questa il nuovo business su cui punta Giuseppe Corrado, amministratore delegato di Pagine Italia, società  del gruppo Fininvest. Corrado indica la nuova strada imboccata da Pagine Utili: “La nostra rete vendita deve diventare una struttura di consulenza per la comunicazione delle piccole e medie aziende. Due aziende su dieci investono su di noi, sei su dieci investono su Pagine Gialle, dieci su dieci investono su mezzi di comunicazione come biglietti da visita, shopper (le borse da shopping personalizzate), etichette, nastri e in una miriade di altri oggetti promozionali. Un giro di affari che attualmente si disperde in tanti piccoli produttori locali e che noi dobbiamo unire in una offerta globale e integrata, forte del nostro marketing e della nostra tecnologia”. Grazie a questa nuova linea di business, per quest’anno Corrado si aspetta una crescita del 10% rispetto al fatturato 2003 (52,3 milioni di euro) con profitti intorno ai 3 milioni di euro. L’amministratore delegato di Pagine Italia, inoltre, spiega come, a partire dal suo arrivo nel 1998, sia riuscito a riportare all’utile la società  del gruppo Fininvest gravata per anni da un pesante deficit di bilancio. Oltre a un grande lavoro di contenimento dei costi (passati dai 60 milioni di euro del ’99 ai 20 del 2003) Corrado ha ridisegnato l’intero progetto industriale, riposizionato il prodotto, cambiato la comunicazione all’utente e riorganizzato l’organizzazione commerciale.

________________________
Nella foto, Giuseppe Corrado

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale