Comunicazione e pubblicità  – Bayer. Per i bambini in auto con Porsche

Una Porsche dipinta a favore dei bambini, il recupero di un film dei primi del ‘900 e una serie di dibattiti medico-scientifici rivolti al pubblico; sono queste le ultime novità  in fatto di comunicazione che Bayer affianca alle numerose iniziative realizzate negli ultimi anni. “Da qualche anno stiamo cercando di trovare strade nuove nella comunicazione non tralasciando le attività  tradizionali, ma cercando di far prevalere l’innovazione, l’idea e la strategia sull’investimento; questo spiega perché anziché focalizzarci su grandi budget, preferiamo lavorare sulla qualità  dei progetti”, afferma Daniele Rosa, direttore corporate communication and public affairs di Bayer spa. “Piuttosto che lavorare solo su determinati target, abbiamo scelto di fare un’attività  di immagine a tutto campo e di impegnarci su tre filoni principali: la cultura, lo sport e il sociale. I risultati ci hanno premiato, ponendoci già  due anni fa al secondo posto dopo la Germania, per qualità  di immagine, su 150 Paesi in cui Bayer è presente”. L’ultimo progetto per il sociale è ‘Bayer & Porsche Italia for children’: un’automobile della Porsche, decorata da un’artista e con un particolare rivestimento in pelle realizzato da Bayer che, da qualche mese, sta girando l’Italia presenziando a un fitto calendario di eventi (dal meeting di Rimini al convegno dei giovani imprenditori di S. Margherita Ligure), con l’obiettivo di diventare un oggetto di culto e di dare vita a un’asta il cui ricavato sarà  devoluto a un ospedale per l’infanzia. L’iniziativa si lega a doppio filo a un altro contributo dell’azienda a favore dei bambini: un grande trompe-l’oeil che già  da più di un anno regala un sorriso ai piccoli pazienti dell’ospedale Buzzi di Milano. Sempre ai più piccoli è dedicato anche un altro importante progetto che l’azienda sostiene da sette anni, la Bayer Fiorello Cup, un torneo di equitazione per bambini e adolescenti organizzato dal Pony Club Fiorello Italia, in cui Bayer dedica un’area ai bambini disabili per permettere loro di seguire le gare e, nello stesso tempo, di praticare l’ippoterapia.

___________________
Nella foto,
Daniele Rosa

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale