Televisione – Fastweb e Telecom Italia. Arriva la tivù via cavo telefonico

Le reti nel 2004 saranno sempre più a banda larga, ovvero sempre più veloci nel trasportare centinaia di migliaia o milioni di bit al secondo. La forte concorrenza sui servizi più tradizionali ormai poco remunerativi, come quello telefonico, spinge verso l’offerta di servizi più avanzati e profittevoli. E quindi i nuovi servizi, fissi o mobili, saranno sempre più multimediali, pregiati, interattivi e a pagamento. Telecom Italia prevede di raggiungere nel 2004 oltre 3 milioni di utenti con accesso Adsl, una sorta di modem che permette l’accesso veloce a Internet utilizzando la normale rete telefonica; anche i gestori concorrenti, come Wind e Tiscali, punteranno molto sull’Adsl. E Fastweb consoliderà  ed estenderà  la sua offerta di servizi integrati: telefonia, accesso veloce a Internet, tivù via fibra ottica e Adsl.  Un’importante novità  potrebbe venire proprio dal ‘matrimonio’ tra reti e tivù. Fastweb ha aperto la strada e per prima nel 2003 ha cominciato a utilizzare l’ultimo miglio di Telecom – la parte di rete telefonica che arriva a casa dell’utente – per offrire via Adsl i servizi televisivi (canali generalisti, tematici, video on demand). Probabilmente nel 2004 anche Telecom Italia e altri operatori annunceranno iniziative simili, così come stanno facendo France Télécom e Deutsche Telekom in Francia e in Germania (vedi pag. 43). E Telecom Italia, a differenza di Fastweb, è in grado di raggiungere tutte le famiglie italiane e quindi ha una clientela potenziale di milioni di unità . È probabile quindi che nel 2004 verrà  introdotta estesamente anche in Italia la tivù via cavo telefonico.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale