Televisione – Rai. Il difficile progetto di Cattaneo

Alla Rai l’aspettano da mesi ma la riorganizzazione studiata dal direttore generale Flavio Cattaneo si farà  attendere ancora un po’. Come sostengono i bene informati difficilmente sarà  portata al Cda prima di un mese. Nell’ultima seduta di consiglio prima delle feste, quella che ha votato il piano triennale, la presidente Lucia Annunziata, rivitalizzata dallo stop alla legge Gasparri da parte del presidente Ciampi (Annunziata si è sempre espressa criticamente nei confronti della legge, annunciando addirittura le proprie dimissioni nel momento in cui fosse diventata operativa) ha messo una zeppa. D’intesa con gli altri consiglieri ha chiesto al direttore generale di discutere e condividere preventivamente il progetto con il management aziendale. E così di fatto ha preso tempo. Del progetto di riorganizzazione – a parte i fedelissimi di Cattaneo – alla Rai conosce i dettagli, ma già  all’interno dell’AdRai (l’associazione dei dirigenti) c’è chi suona il tamburo di guerra. Si sa che Cattaneo ha messo sotto stretta osservazione il sistema televisivo olandese che negli ultimi dieci anni ha subito una forte riconversione sul fronte della produzione (vedi caso Endemol) e che ha studiato il caso di Bbc World, la società  della televisione pubblica britannica che nell’ultimo anno ha generato 750 milioni di euro di fatturato vendendo diritti. In un mercato televisivo in cui la torta pubblicitaria non sembra in grado di poter lievitare e anzi rischia di venire divisa con altri mezzi, la Rai deve attrezzarsi per fare fatturato dalla commercializzazione del proprio prodotto. E dunque l’azienda deve essere strutturata di conseguenza. L’unica cosa certa per ora è che verranno smontate le divisioni, fulcro della ristrutturazione del ’98/99 fatta dall’ex direttore generale Pierluigi Celli, a cui erano stati decentrati molti poteri e funzioni della corporate in vista della parziale privatizzazione della Rai.

_____________________________________
Nella foto, Flavio Cattaneo e Lucia Annunziata

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale