Personaggi – Sergio Silva. Il contentino

Sergio Silva ha lasciato agli inizi di novembre la presidenza dell’Apt, l’associazione che raggruppa i produttori di fiction. Si è dimesso anticipatamente un po’ per gli impegni di lavoro (sta preparando diversi progetti per la Rai), ma anche perché, come spiega a Prima, “si è conclusa una fase di lavoro per l’Apt e se ne apre una nuova ed è giusto che siano i nuovi vertici a gestirla, a partire dal nuovo presidente Carlo Degli Esposti”. Silva è uno dei protagonisti più autorevoli della fiction italiana, un business che attualmente vale 300/350 milioni di euro di investimenti. Capostipite della fiction d’impegno civile, la sua fama di produttore è legata alla popolarissima saga della ‘Piovra’ e al filone dei ‘giudici’ (da ‘Un cane sciolto’ al recentissimo ‘Sospetti’). Prima di esordire nel ’93 con la sua società  Silva Production è stato per anni un dirigente di primo piano della fiction della Rai dove è tornato dal ’96 al ’98 per rilanciare il comparto produttivo del servizio pubblico.  Al timone dell’Apt Silva è salito per la seconda volta un anno e mezzo fa, nel momento in cui i produttori stavano boccheggiando per il taglio degli investimenti di Rai e Mediaset colpite dalla crisi della pubblicità . Silva aveva puntato a coinvolgere i network nello sviluppo del settore ricercando un’intesa su tre punti: produrre di più (1.000 ore nel triennio è stato lo slogan), ridurre i costi delle fiction e stabilire regole chiare e più eque nella ripartizione dei diritti. Il lungo negoziato si è interrotto all’improvviso nella primavera 2003 per le resistenze dei network televisivi. In compenso, però, Silva è riuscito a strappare il regolamento della legge 122 (era stata votata nel 1998) varato dall’Autorità  per le comunicazioni il 31 luglio scorso dopo un’aspra battaglia combattuta sottotraccia. Un atto dovuto da parte dell’Autorità , rivendicato dai produttori e temuto dai network. Il documento infatti entra nel merito dei rapporti tra broadcaster e produttori stabilendo che la proprietà  delle produzioni di fiction da parte di Rai e Mediaset è limitata a un periodo di sette anni.

__________________
Nella foto, Sergio Silva

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale